VIP - Valerio Merola

Valerio Merola

Merola debuttò giovanissimo nel 1976 nel film Roma, l'altra faccia della violenza interpretando uno dei rapinatori della villa dove è stata uccisa la figlia dell'ingegnere Alessi, poi esordì come conduttore sulla rete locale laziale GBR, presentando un programma dal nome Falchi della notte, poi nel 1984 è passato alla RAI partecipando a Fantastico 5 con Pippo BaudoHeather Parisi ed Eleonora Brigliadori, dove presentava i collegamenti esterni. L'anno successivo svolse lo stesso ruolo a Domenica in.[2] Nel corso della sua carriera ha partecipato alla conduzione di diverse trasmissioni musicali, tra cui il Concorso voci nuove Castrocaro, il Girofestival e Un disco per l'estate, approdando nel 1988 al Festival di Sanremo, di cui ha curato per quell'edizione e la successiva i collegamenti esterni e le manifestazioni collaterali del Dopofestival. Negli anni novanta ha partecipato in ruoli secondari a Scherzi a parte ma ha soprattutto ideato e realizzato il primo talent show italiano, Bravissima, ottenendo record di ascolti sulle reti Mediaset e facendo da precursore ad Amici di Maria De Filippi.[2] Nel 1996 venne coinvolto in un'inchiesta giudiziaria, nell'ambito di un'indagine condotta dal sostituto procuratore di Biella, Alessandro Chionna, in cui erano indagati anche Gigi Sabani e Gianni Boncompagni.[3] Merola fu accusato di aver sedotto donne grazie alla popolarità derivantegli dalla partecipazione a programmi televisivi e concorsi di bellezza. In seguito allo scandalo Merola si trasferì a Cuba (fatto che egli stesso definì «dorato esilio»), dove organizzò una versione internazionale di Bravissima; divenne quindi consulente artistico della televisione di Stato cubana e acquisì grande popolarità. Il format di Bravissima venne venduto a diverse emittenti sudamericane. Nel 2000 ritornò in Italia per condurre alcune trasmissioni su reti di secondo piano e locali. Nel 2004 ha partecipato al reality show L'isola dei famosi, venendo eliminato nel corso della seconda puntata con il 73% dei voti, e nel 2005-2006 è tornato a realizzare i collegamenti esterni per Domenica in. Dal 2007 svolge il ruolo di opinionista televisivo a L'Italia sul 2 su Rai 2. Valerio Merola è un simpatizzante della Lega Nord ed ha partecipato alla festa per la vittoria organizzata dai giovani del partito in una nota discoteca milanese, il 22 aprile 2008. Successivamente, nel 2010, ha organizzato una cena elettorale in onore del candidato Renzo Bossi.[4][5] Nell'estate 2010 ha condotto La giostra sul 2 accanto a Veridiana Mallmann e Gegia. Proprio questo suo ritorno in TV è stato oggetto di una polemica da parte del critico televisivo Aldo Grasso, polemica incentrata in particolare sulla qualità della trasmissione, definita "insulsa"[6], fatto che provocò l'immediata replica da parte del presentatore[7]. Dal 2015 è opinionista a Mattino Cinque. Nel 2018 è nel cast della terza edizione del Grande Fratello VIP come concorrente, ma viene eliminato dal televoto nella terza puntata. Merola è da anni attivo nella difesa dei diritti degli animali ed è un convinto sostenitore de "La Coscienza degli Animali", la fondazione nata dalla volontà di Michela Vittoria Brambilla e Umberto Veronesi, per creare in Italia una nuova cultura di amore e tutela degli animali e di rispetto dei loro diritti.[8][9]